Callejon e Mertens, è vittoria al Franchi

NAPOLI (di Cristina Accardo) – E’ la gara più interessante quella che si gioca al Franchi nel turno infrasettimanale della serie A. Fiorentina – Napoli non smentisce le attese ed in campo vanno in scena 90 minuti infuocati e di spettacolo puro. Gli azzurri si armano di cinismo e carattere contro una Fiorentina tosta e decisa a non regalare spazi ai suoi avversari. Un pizzico di fortuna (presunto rigore non fischiato alla Fiorentina nei minuti finali) e tanta determinazione consentono al Napoli di portare a casa i tre punti, vincendo per 1 a 2 grazie a due azioni capolavoro finalizzate da Callejon e Mertens, su un terreno non facile come quello dei viola, dove altre grandi di recente hanno commesso passi falsi. I partenopei salgono così a quota 25 e saldano la propria posizione al secondo posto in classifica.

Le formazioni – Fiorentina – Neto, Roncaglia, Savic, Compper, Pasqual, Borja Valero, Pizarro, Aquilani, Cuadrado, Joaquin, Rossi.

Napoli – Reina; Maggio, Albiol, Fernandez, Mesto; Inler, Behrami; Callejon, Pandev, Mertens; Higuain

Callejon
Callejon

In campo – E’ turn over in casa Napoli; Benitez regala un turno di riposo a Hamsik ed Insigne, mentre Montella recupera Aquilani. Parte la gara davanti a ventimila sostenitori azzurri. La Fiorentina è subito aggressiva con Cuadrado, tiene campo ma sono gli azzurri al 12’ con una azione superba a passare in vantaggio. Higuian regala un assist capolavoro a Callejon che senza esitare la mette dentro. E’ 1 a 0. I viola non ci stanno e reagiscono con sfuriate e ripartenze tanto che al 27’ Savic è atterrato in una mischia azzurra; per l’arbitro è rigore. Sul dischetto va Rossi e la mette dentro, è 1 a 1. La partita è un turbinio di azioni e contropiedi con capovolgimenti di fronte e proprio nel momento migliore per i viola, Mertens in ripartenza si inventa la giocata ed al 36’ la mette dentro per il vantaggio dell’1 a 2. La Fiorentina risponde subito tanto che Reina deve superarsi in più occasioni. Alla ripresa il Napoli cala e si difende, pochi sprazzi offensivi, la gara è concentrata al contenimento degli uomini di Montella. Neto quasi non tocca palla, Reina chiamato in più occasioni agli straordinari. Gli azzurri già in difficoltà a contenere le avanzate dei viola vedono complicarsi la scena quando, a dieci minuti dalla fine, restano in 10 per l’espulsione di Maggio. Gli ultimi minuti sono di assalto e tutti tremano al 45’quando Cuadrado cade in area su contatto con Inler. Per l’arbitro è simulazione ed espulsione, essendo il giocatore già ammonito. Finisce 1 a 2 tra proteste e polemiche dei viola, per gli azzurri sono, invece, tre punti che valgono oro.
Fuori dal campo – Mister Benitez, definito “il maestro” da Montella commenta così la gara “Questa partita era importante, abbiamo tirato fuori il carattere. Oggi abbiamo fatto un ottimo lavoro in fase difensiva e anche nelle ripartenze. Espulsione di Cuadrado? Non ho parlato dell’arbitraggio con la Roma e farò lo stesso oggi. Preferisco parlare di calcio. Percentuale dello stato di forma? Siamo ancora al 75% perchè c’è qualcosa che non m’è piaciuta tanto. E’ importante capire che la rosa è la chiave delle vittorie. Roma? C’è anche la Juve che ha una squadra fortissima. Abbiamo fatto qualche acquisto diverso rispetto agli altri anni, abbiamo una buona rosa e so che tutti possono essere utili. Mertens o Insigne? Anche Callejon è importante. Oggi Mertens mi ha dato un altro segnale positivo, ma mi piace l’atteggiamento di tutti e tre gli esterni che ho a disposizione. Sapevamo che la Fiorentina è una squadra che gioca bene a calcio, ai ragazzi ho detto che se fosse stato possibile avremmo dovuto palleggiare, altrimenti volevo ripartenze velocissime. Higuain? E’ importantissimo quando tocca la palla, può fare la differenza. Deve ancora allenarsi con intensità per raggiungere la miglior forma. L’ho sostituito per Hamsik che è ugualmente forte, avevo bisogno di un po’ di freschezza in più”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.