Business crociere, «scossa» per il 2015

NAPOLI (di Attilio Iannuzzo – Il Mattino) – A Napoli la quarta edizione dell’Italian Cruise Day, l’evento crocieristico nazionale in programma nella città partenopea il prossimo 24 e 25 ottobre. I dati lasciano sperare bene nonostante il decremento di quest’anno: a fine 2014 saranno circa 10,32 milioni i crocieristi movimentati dai porti nazionali, registrando un -8,97% sul 2013 e 4.676 “le toccate navi”, quelle che non generano flusso turistico, anche qui con una flessione negativa di -9,36%.

L’evento è stato ideato ed organizzato da Risposte Turismo, società di ricerca e consulenza a servizio della macroindustria turistica in collaborazione con la Camera di Commercio di Napoli presso gli spazi di Terminal Napoli. “Il prodotto crociera – ha dichiarato Francesco di Cesare, Presidente Risposte Turismo – è entrato nella sua fase di maturità anche nell’area mediterranea, come accaduto da tempo nei Caraibi. È pertanto normale attendersi, anche in Italia, degli andamenti e delle oscillazioni del traffico”. Secondo di Cesare “Dopo una lunga fase di crescita ininterrotta, a partire dalla flessione del 2012 sul 2011 si sono susseguite variazioni annuali di segno opposto, conseguenza di fattori esogeni ed endogeni al comparto”. Un’ulteriore conferma è data dalla ripresa attesa per il 2015, i cui dettagli sono contenuti nell’edizione 2014 dell’Italian Cruise Watch, il rapporto di ricerca di riferimento sul settore crocieristico in Italia curato da Risposte Turismo contenente i dati più aggiornati e rilevanti e le previsioni per il futuro del comparto.

Nave“La scelta di Napoli non è casuale – ha detto il Presidente della Camera di Commercio di Napoli Maurizio Maddaloni – in quanto lo scalo crocieristico di Napoli è tra i primi in Italia, terzo dopo Civitavecchia e Venezia, ed è strategicamente al centro del traffico e delle rotte verso l’Africae verso est ed Ovest”. Maddaloni sottolinea l’importanza della risorsa mare che insieme allo sviluppo della portualità turistica “rappresentano due asset fondamentali delle attività dell’Ente camerale napoletano” ed aggiunge: “Un occasione per mettere al centro del dibattito il caso Napoli e la disattenzione con la quale si vive talvolta la città, con torpore e poco interesse; lo stesso commissariamento dell’Autorità Portuale la dice lunga sul gap culturale che è lontano dall’essere recuperato”.

L’Italian Cruise Day aprirà quest’anno con la consegna dei premi di laurea: il Premio di Laurea Italian Cruise Day e il Premio di Laurea Assoporti. Risposte Turismo consegnerà mille euro all’autore della miglior tesi dedicata alla produzione o al turismo crocieristico. Assoporti, Associazione di settore, assegnerà un premio di laurea del valore di 500 euro per la miglior tesi dedicata ai temi della portualità nel settore crocieristico.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.