Bus Turistici a Porta Capuana, la Municipalità: “Contro le regole”

NAPOLI – «La proposta dell’amministrazione comunale di istituire una mini-area di sosta per pullman turistici a ridosso di Porta Capuana contravviene a ogni regola istituzionale e di logica, oltre che di rispetto ambientale».

Bus turisticiLo dice in una nota Armando Coppola, presidente della IV Municipalità, che aggiunge: «La sosta prevista è di 20 minuti e, secondo noi, si tratta solo di una trovata per aumentare gli affari di qualche commerciante e associazione culturale vicina al sindaco Luigi de Magistris. Si favoriscono cioè un paio di persone e si danneggia l’intera area. Principalmente per questioni di traffico. La zona di Porta Capuana, viste le incapacità nella gestione della viabilità manifestate dalla giunta de Magistris sin dall’inizio del mandato, è sempre più ingolfata. Tra via Ponte di Casanova e corso Garibaldi il passaggio di altri bus turistici indirizzati verso l’area di sosta finirà per intralciare ulteriormente il traffico».
«Questa disposizione va contro le direttive delle quali si è parlato al corso per ammistratori locali organizzato dall’Anci (Associazione nazionale comuni italiani) cui ho partecipato – continua Coppola – e nel quale a lungo si è parlato di sostenibilità urbana e di nuove linee guida per andare verso le “Smart cities” (città intelligenti). L’idea è che i bus turistici siano destinati ad aree di sosta nelle periferie delle città e che il trasporto pubblico, potenziato, possa portare i flussi turistici nei centri storici. A Napoli si fa invece il contrario, addirittura istituendo quest’area di sosta all’interno di una zona del centro storico riconosciuta dall’Unesco patrimonio dell’umanità». «Si tratta pertanto – insiste il presidente della IV Municipalità – di un’incredibile decisione che trova fondamento solo nel favorire gli amici del primo cittadino. Non ha alcun senso, infatti, se non quello di far emergere ancora una volta l’incapacità e la mancanza di progettualità della giunta comunalenella gestione dei flussi turistici. La cosa più grave è che questa decisione scavalca nostra proposta, fatta giungere a Palazzo San Giacomo e rimasta lettera morta, di potenziare i flussi turistici di qualità istituendo una fermata del “City Sightsing” (il famoso autobus turistico presente in tutte le città d’arte) proprio a Porta Capuana. Questa sarebbe una risposta utile per tutti a differenza della proposta del sindaco che ci pare evidentemente ad personam».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.