Boss(i) Mafiosi

NAPOLI (di Attilio Iannuzzo) – La Padania non esiste, restano le truffe, quelle esistono. E nonostante i titoli di oggi sulla padania: “Allungano le mani su Bossi per fermare un popolo”, per i magistrati non ci sono atre argomentazioni e giustificazioni. La lega, che chiede a “Roma Ladrona” di deporre le armi, è ladrona anch’essa. La perplessità è la consapevolezza di una classe dirigente deviata. Tutti rubano a tutti, ed a pagare gli ultimi della filiera, il popolo. Giri di fatture e compravendite sospette con società in tutta Italia e un faccendiere in rapporti con il potente caln dei De Stefano.

Francesco Belsito e Umberto Bossi

Tre le inchieste una di Milano, una di Napoli e una di Reggio Calabria. Nell’indagine coordinata dal procuratore aggiunto Alfredo Robledo e dai pm Roberto Pellicano e Paolo Filippini, è accusato, assieme agli imprenditori Stefano Bonet (già in affari con l’ex ministro Aldo Brancher) e Paolo Scala, di appropriazione indebita e truffa ai danni dello Stato.
Fiumi di soldi pubblici, quelli dei cittadini. Due i filoni su cui i pm del capoluogo lombardo da tempo, anche in seguito alla denuncia di un militante della base leghista, hanno acceso i riflettori: il primo riguarda i fiumi di denaro finiti nelle casse del partito fondato da Bossi presentando rendiconti, questa l’ipotesi, “irregolari”; il secondo la “distrazione” di parte di quei fondi, alla fine dello scorso dicembre, da parte del tesoriere, non si sa in base a quali poteri statutari, per acquisire tramite la Banca Aletti (dove la Lega ha un conto corrente) quote in un fondo Krispa a Cipro e quote in un fondo in Tanzania per circa “6 milioni”. Operazioni, queste, avvenute per gli inquirenti con la complicità dei due imprenditori. E proprio uno dei due imprenditori è anche complice di Belsito nella vicenda, autonoma rispetto a quella sull”andirivienì dei finanziamenti pubblici alla Lega, che riguarda la Siram, multinazionale che si occupa di energie rinnovabili e servizi ambientali, anch’essa perquisita dalla guardia di finanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.