Battuta d’arresto Napoli

di Cristina Accardo

NAPOLI – Finisce con un pareggio il primo scontro al vertice del campionato della Serie A: al San Paolo Napoli – Inter non va aldilà di uno 0 a 0. In una partita che regala tanto spettacolo ma nessun gol e che vede in Handanovic e Reina i due protagonisti della serata, i nerazzurri escono a testa alta dall’arena di Fuorigrotta, costringendo la capolista alla prima battuta d’arresto dopo otto vittorie consecutive. Nonostante le fatiche recenti della Champions, gli azzurri iniziano la partita all’attacco, gestendo campo e palla; i nerazzurri difendono, arginano le folate partenopee e, all’occorrenza, vanno in ripartenza testando i riflessi del portiere napoletano. Occasioni da una parte e dall’altra si susseguono anche nella ripresa. Visti i ritmi alti, Spalletti e Sarri cambiano le pedine in campo: il Napoli rimaneggia il centrocampo, per l’Inter si cambia in attacco dove un assente Icardi lascia il posto ad Eder. Reina e Handanovic si superano in più occasioni ed alla fine dei novanta minuti di gioco le reti restano involate. Il Napoli avanza di un punto e mantiene il primo posto in classifica con 25 punti, seguito dall’ Inter a quota 23 e la Juventus a 22.

Le formazioni – Napoli: Reina, Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam, Allan (76′ Rog), Jorginho, Hamsik (71′ Zielinski), Callejon, Insigne (81′ Ounas), Mertens.
Inter: Handanovic, D’Ambrosio, Skriniar, Miranda, Nagatomo, Vecino, Gagliardini, Candreva (83′ Cancelo), Borja Valero (71′ Joao Mario), Perisic, Icardi (87′ Eder).
In campo – Pressing e squadra alta, è un Napoli sfrontato quello dei primi minuti che va al tiro con Hamsik al 6’. All’11’ D’Ambrosio di sinistro tira alto, mentre al 16’ il destro di Insigne è largo. Al 20’ super prova di Handanovic che si esibisce in una doppia parata, prima su Callejon e poi su Mertens. Al 35’ ancora Napoli con un Insigne che, di testa, impensierisce l’ultimo difensore nerazzurro. Prima di entrare negli spogliatoi, Reina viene chiamato in causa da Icardi, assente fino a questo momento della gara, e da Borja Valerio, a cui si oppone con una grande parata. Alla ripresa è subito Inter e questa volta Reina, ringrazia Albiol per il salvataggio sulla linea della porta. Poco dopo, Hamsik di destro non trova il centro giusto. Al 75’ è Insigne a sfiorare il palo di destro. I minuti scorrono, ma gli azzurri hanno altre due occasioni per passare in vantaggio; all’84’ con Zielinski ed al 90’ con Mertens che costringe Handanovic ad una super parata. Non c’è più tempo ed arriva il triplice fischio finale: finisce 0 a 0 al San Paolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.