Bagnoli, De Magistris è contro il commissariamento

NAPOLI – Chi pensa che “l’unico modo per non rompere in modo traumatico gli equilibri costituzionali” sia “attribuire al sindaco il ruolo di commissario di Bagnoli” fa dichiarazioni “di buon senso”, ma l’Amministrazione comunale di Napoli

Luigi de magistrisresta “contro il commissariamento”. A dirlo è il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, oggi nel quartiere occidentale della città per un’assemblea pubblica che si terrà nel pomeriggio e durante la quale  sarà presentato il piano del Comune per il futuro dell’area ex Italsider.

“L’elaborato è frutto di un processo già molto condiviso, dalla Giunta, dal Consiglio, da pezzi importanti della città – spiega de Magistris – e oggi facciamo un ulteriore passaggio che riteniamo fondamentale. Da domani saremo pronti, la città sarà unita per evitare che qualcuno metta le mani su Bagnoli”.

De Magistris ribadisce che “siamo contro il commissariamento e non saranno i nomi a cambiare la nostra ostilità” e spiega che “tra i promotori dell’articolo che prevede il commissariamento c’è chi ha preso atto delle nostre critiche, del forte movimento popolare e della maggioranza delle persone, e oggi afferma che l’unico modo per non
rompere in modo traumatico gli equilibri costituzionali, violentare la costituzione e cancellare il ruolo del sindaco e del Consiglio è attribuire al sindaco il ruolo di commissario. La trovo una dichiarazione di buon senso – conclude de Magistris – ma ciò non toglie che siamo contro il commissariamento. Abbiamo firmato un
protocollo e abbiamo un piano pronto che può consentire a noi e al Governo insieme di riscrivere la nuova Bagnoli”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.