Avignone e il suo palazzo dei Papi

NAPOLI (di Luca Vitiello) – La città di Marsiglia può essere considerata un po’ la base per visitare la Provenza e proprio da qui, può essere facilmente raggiunta, in poco meno di un’ora di autobus, l’affascinante cittadina di Avignone, altra elegante città della Provenza. In realtà Avignone è famosa soprattutto per la presenza del palazzo dei Papi, dove nel XIV° secolo viveva proprio il Papa con i suoi cardinali.

Aviglione La città, che si affaccia sul fiume Rodano, accoglie i visitatori con le sue mura antiche risalenti al XIV° secolo, comprendenti ben 39 torri e varie porte, se ne contano 7, attraversando le quali si entra nell’intricato reticolo di stradine che formano Avignone. L’esistenza di questa città rimanderebbe addirittura a prima della nascita di Cristo, poi entrò a far parte dell’impero romano e, infine, la sua storia si è legata indissolubilmente a quella della cristianità, quando papa Giovanni XXII, nel 1316, la scelse come sede del papato.

Suo simbolo indiscusso è il palazzo dei Papi, quello che fu residenza del papa, luogo di culto e fortezza, oggi patrimonio Unesco e uno dei 10 monumenti più visitati in Francia. La sua costruzione, iniziata timidamente sotto il papato di Giovanni XXII, prese slancio con Benedetto XII nel 1334, cui si deve la parte più austera del palazzo, e con papa Clemente VI, a cui si deve il palazzo Nuovo. Fu terminato, poi, da Innocenzo VI. Può essere definito come il più importante esempio di architettura gotica del XIV secolo e come una delle più vaste residenze in Europa.

La decorazione di gran parte dei locali del palazzo Nuovo fu affidata ad artisti italiani, su tutti Simone Martini e Matteo Giovannetti. La visita vi porterà ad attraversare ben 25 stanze, molte delle quali spoglie, perché negli anni successivi all’abbandono del papa il palazzo venne saccheggiato e devastato ripetutamente soprattutto durante la rivoluzione francese. Avrete modo di passeggiare nel chiostro, nel cortile e arriverete fino agli appartamenti privati del papa e della sua corte. Tra le cose da vedere vi segnalo la cappella pontificia, situata nel palazzo nuovo, lunga ben 52 metri ma priva di qualsiasi decorazione. Il palazzo venne, poi, abbandonato definitivamente dal papa e dalla sua corte nel 1423 quando la sede della cristianità tornò ad essere Roma.

Adiacente al palazzo dei papi si trova quella che oggi è la Cattedrale di Avignone, Notre Dame des Doms. La sua costruzione risalente al 1150, fu ampliata proprio negli anni della costruzione del palazzo, tra il XIV° e XVI° secolo, quando vennero aggiunte nuove cappelle laterali.
Non lasciate Avignone senza aver fatto una passeggiata tra le sue stradine caratteristiche magari acquistando anche un po’ di lavanda, uno dei prodotti tipici di questa regione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.