Arsenal devastante, Napoli sconfitto per 2 a 0 in Champions

NAPOLI (di Cristina Accardo) – Ritorna la Champions Leaugue e gli azzurri sono attesi allo scontro con l’Arsenal sul terreno degli Emirates Stadium dove sono arrivati, per supportare la propria squadra, cinque mila tifosi partenopei. Pre-gara ad alta tensione in casa Napoli; Benitez recupera Albiol in difesa a rientro dopo un irrigidimento muscolare, ma perde una pedina fondamentale di attacco, Higuain. Il Pipita prova fino all’ultimo ad essere del match, ma alla fine al suo posto subentra Pandev, per evitare rischi inutili all’argentino. Assenza importante per gli azzurri che, nel freddo di Londra, non trovano il piglio giusto e concedono ai padroni di casa la supremazia del campo; gli inglesi ringraziano e puniscono il Napoli con due reti in sette minuti che regalano la vittoria ai Gunners. Per il Napoli prima sconfitta sotto il regno di Benitez; per l’Arsenal, invece, ci sono tre punti ed il primo posto nella classifica del Girone F.

Le formazioni – ARSENAL (4-3-3) – Szczesny; Sagna, Mertesacker, Koscielny, Gibbs; Flamini, Arteta, Ramsey; Rosicky, Ozil, Giroud.

NAPOLI (4-2-3-1) – Reina; Mesto, Albiol, Britos, Zuniga; Inler, Behrami; Insigne, Hamsik, Callejon; Pandev.

In campo – Entusiasmo azzurro a Londra, comincia la gara con l’Arsenal propositivo in attacco e dopo soli 7’ Ramsey crossa da destra, Ozil è solo e impatta la palla di piatto sinistro, 1-0 Arsenal. Il Napoli subisce il contraccolpo ma non reagisce, schiacciato com’è nella propria metà campo; subisce gli inglesi che al 15’ trovano il raddoppio con Giraud, approfittando di un errore in difesa di Britos. E’ 2 a 0. Al 22’ Britos stacca di testa ma non centra lo specchio della porta. Il Napoli tenta di arginare le folate offensive londinesi e al 23’ si salva grazie ad un pizzico di fortuna ed un rimpallo favorevole dopo un errore difensivo di Britos. L’Arsenal palleggia e fa possesso palla, il Napoli ha qualche sprazzo di lucidità, ma solo in pochissime occasioni si porta dinanzi al portiere avversario, senza mai essere pericoloso. Alla ripresa cambia poco; l’Arsenal continua nella sua cavalcata sul campo da gioco, il Napoli continua con una manovra imprecisa e frettolosa e con lanci lunghi e tiri da fuori che lasciano il tempo che trovano. Al 53’ Inler ci prova con una botta da fuori area, ma nulla di fatto; qualche minuto dopo è Insigne con un destro a giro a non avere fortuna. Passa il tempo, ma i partenopei non riescono a trovare lo specchio della porta, mentre
al 76’ c’è il miracolo di Reina su Koscielny. Il Napoli fa cambi in ogni reparto, ma nulla si muove. Termina 2 a 0 la gara con i Gunners che vincono meritatamente sugli azzurri evanescenti in questa serata.

Arsenal- Napoli
Arsenal- Napoli

Fuori dal campo – Rafa Benitez commenta con amarezza la prestazione dei suoi “Non mi è piaciuto l’inizio. Abbiamo sbagliato e loro hanno fatto subito due goal, da lì è cambiato tutto. Nella ripresa meglio, ma perdere 2-0 in Champions contro una squadra contro l’Arsenal è dura. Higuain? Quando si compra un giocatore del suo livello non è possibile prendere un altro dello stesso livello. Nella ripresa siamo migliorati, ma non era facile. Sapevamo che non era semplice giocare qui, ora dobbiamo subito concentrarci per la partita col Livorno. Avevo avvisato i miei che i primi 20 minuti sarebbero stati duri. Abbiamo fatto errori contro una squadra di grande livello e in queste competizione si pagano. Nella ripresa ho provato a cambiare le cose, ma se non si fa il primo goal subito è complicato”.

La classifica – Il secondo turno di Champions Leaugue edizone 2013-2014 smuove un po’ la classifica del girone F dove a quota 6, al primo posto si trova l’Arsenal, seguito a 3 punti, a pari merito al secondo posto, da Napoli e Borussia Dortmund che ha sconfitto il Marsiglia ancora senza punti all’ ultimo posto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.