“Andiamo a Londra”, nuovo singolo e nuovo album per i Bluvertigo

NAPOLI (di Gennaro Auricchio) – Udite udite, i Bluvertigo sono tornati. Morgan, Andy, Livio e Sergio dopo 16 anni da Zero – ovvero la famosa nevicata dell’85, hanno deciso di riabbracciare i loro strumenti per entrare in studio e registrare un nuovo album di inediti.

BluvertigoLa loro presenza al concertone del primo maggio ha sicuramente fatto da volano per questo nuovo progetto discografico, anticipato dal singolo Andiamo a Londra (disponibile in anteprima sulla loro pagina di Facebook) e che ha chiuso la loro esibizione sul palco di Piazza San Giovanni.
Le sonorità tipiche dei Bluvertigo restano quelle e inalterate, ma hanno un sapore decisamente più fresco e meno cupo di alcune produzioni passate della band monzese.
Lo scenario musicale italiano, attualmente, ha bisogno di personalità eclettiche e talentuose come quelle di Morgan e soci,il nuovo singolo infatti stona con quella che è la musica made in Italy dei nostri tempi.
In merito, Livo Magnini ha dichiarato:

“Questa nuova canzone è l’anticipo di un disco, è il primo passo di un percorso verso qualcosa di nuovo. Poi, rispetto alla scrittura, sarà interessante vedere che piega prenderanno le cose, rispetto alla trilogia ‘chimica’ del 95′-99′. Allora il focus era più sulle sonorità, curate maniacalmente perché fossero innovative: oggi il nostro sforzo nell’innovare è più rivolto alla scrittura”

Mentre è lo stesso Morgan a svelare a Rockol.it il titolo del nuovo album che sarà Tuono.

‘Tuono è l’unione della parole ‘tono’, ‘tempo’ e ‘suono’. Il titolo sarà dunque ‘Tuono – tono, tempo e suono'”

Sul nuovo percorso musicale ha detto:

“Sarà un album di rottura, rispetto al passato dei Bluvertigo. E’ necessario rompere col passato, altrimenti io – come persona e come artista – sarei già morto. Le sonorità saranno variegate e diverse, sarà un disco pieno di influenze e di cose mai sentite. Sarà qualcosa di completamente nuovo, perché le cose nuove rompono con la tradizione; perché le cose nuove sono dure e per questo non sono capite; perché bisogna abituarsi alla dissonanza, non ne possiamo più delle consonanze”

A questo punto non ci resta che aspettare per ascoltare il nuovo disco di una delle band italiane più originali di tutti i tempi, nel frattempo, possiamo dire: bentornati Bluvertigo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.