A teatro presso lo Shakespeare’s Globe di Londra

(di Luca Vitiello) – C’è un luogo a Londra dove ci si può calare nelle atmosfere tipiche di fine ’500, negli anni gloriosi di William Shakespeare, dove poter assistere a spettacoli teatrali nelle stesse forme in cui andavano in scena a quel tempo. Sto parlando dello Shakespeare’s Globe, la fedele ricostruzione del Globe Theatre, il teatro fondato nel 1599 dalla compagnia cui apparteneva Shakespeare e dove venivano messe in scena tutte le sue opere più famose.

Shakespeare’s Globe a Londra
Shakespeare’s Globe a Londra

L’originale Globe venne demolito nel 1644, diversi secoli dopo, grazie all’impegno dell’attore e regista americano Sam Wanamaker, è stato avviato il progetto per una ricostruzione moderna del teatro, inaugurato, poi, nel 1999. Oggi è una realtà conosciuta a livello mondiale e, ogni giorno, le migliori compagnie teatrali si esibiscono dal vivo nelle opere del grande drammaturgo, nelle stesse condizioni in cui le rappresentazioni avvenivano nel 1600.

L’edificio si trova sulla riva meridionale del Tamigi vicino il London Bridge, non lontano dal suo sito originario dove oggi si trova un condominio, è realizzato in legno a forma esagonale con tre livelli di palchi ed uno spazio aperto centrale che serviva e serve ancora oggi per fare entrare la luce naturale. Il teatro è in parte coperto da una tettoia che ripara solo gli spettatori delle gallerie mentre chi segue la rappresentazione in piedi dalla platea sotto il palco, come accaduto a me, resta in balia degli eventi atmosferici. Le rappresentazioni, infatti, vanno in scena anche in caso di pioggia ed è severamente vietato aprire gli ombrelli….a voi le conclusioni!!!

A contribuire a rendere particolari gli spettacoli è l’assenza di amplificazione, di luce artificiale, di musiche e grandi scenografie. Inoltre, non sono ammesse attrici donne, esattamente come accadeva prima del 1660 quando gli attori erano esclusivamente di sesso maschile e recitavano anche le parti femminili. Il Globe Theatre di Shakespeare organizza anche interessanti visite guidate, dove si avrà la possibilità di vedere la mostra più dettagliata dedicata alla scoperta della vita di uno dei più importanti poeti della cultura inglese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.