A Napoli in manette reggenti e giovani leve della Vanella Grassi

NAPOLI  – Ci sono anche gli attuali reggenti e le giovani leve del gruppo camorristico della “Nuova Vanella Grassi” del quartiere Scampia tra i destinatari delle 15 ordinanze di custodia cautelare in carcere eseguite all’alba a Napoli nel corso di un’operazione congiunta degli agenti della Squadra mobile e dei carabinieri del Comando provinciale. I provvedimenti cautelari, emessi dal gip del Tribunale partenopeo, costituiscono l’esito di due diverse indagini, coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia di Napoli.

Polizia, carabinieriLa prima, affidata al Nucleo investigativo dei carabinieri, ha monitorato la cerchia di persone alle dipendenze di Carlo e Antonio Matuozzo, da sempre attivi nel narcortraffico e che risultavano essere entrati da tempo a far parte del gruppo criminale della Vinella Grassi. In particolare sono stati accertati gli affari illeciti della cosiddetta piazza di spaccio nota come “dietro Mianella” ossia il Parco La Quadra, gestita dai Matuozzo e inserita nel sistema criminale della Nuova Vinella Grassi, ormai egemone sia a Secondigliano che a Scampia. La seconda, condotta dalla Squadra mobile partenopea, è iniziata lo scorso 29 agosto subito dopo gli omicidi dei fratelli Matuozzo e ha consentito di ricostruire l’origine degli agguati e le fasi della loro esecuzione, fino a identificarne gli autori, individuati nei dirigenti non detenuti del clan, tra i quali Antonio Accurso. Gruppo di cui hanno fatto parte, sino a quando hanno deciso di collaborare con la giustizia, i Leonardi, storica famiglia camorristica di Secondigliano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.