No ai box interrati al Vomero, “Si sventra un pezzo di quartiere”

NAPOLI – Un No fermo alla costruzione dei 900 box privati al quartiere Vomero Arenella. Ambientalisti, verdi, cittadini si oppongono allo scempio che questo progetto possa provocare, in quanto la loro costruzione è prevista decine di metri sotto terra.

“E’ una speculazione disastrosa – dice il Consigliere Regionale dei Verdi Francesco Borrelli – in quanto per costruire i 900 box privati si scaverebbe per decine di metri sotto piazza degli artisti, via Tino da Camaino e via de Bustis. Un arteria fondamentale del quartiere che potrebbe finire in ginocchio, lo storico mercatino di Antignano a rischio estinzione e il parco Mascagna, ovvero i giardini di via Ruoppolo, che potrebbe restare travolto dal processo in corso”. Molti gli incontri pubblici di protesta, che continueranno anche nelle prossime settimane. La preoccupazione è dunque quella di un impatto ambientale forte. Ma c’è anche l’aspetto sociale ed economico della comunità locale in quanto si compromette la viabilità e la vivibilità di un intero quartiere. “E’ giunto quindi il momento della resistenza civile contro questo scempio – incalza Borrelli – per cui tutti i cittadini sono invitati a partecipare alla manifestazione di protesta organizzata il prossimo 20 aprile in Piazza degli Artisti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.