Strage bus, in 15 davanti al gup

AVELLINO- Con una rigorosa selezione delle parti civili da ammettere, il gip del tribunale di Avellino Gianfrancesco Fiore riaprirà’ l’udienza preliminare per la strage del bus del 28 luglio 2013, che causo’ 40 vittime tra una comitiva di turisti di Pozzuoli.

strage bus Avellino

Il 16 luglio scorso, nel centro congressi del carcere borbonico di Avellino, utilizzato per accogliere un centinaio di parenti delle vittime e più’ di 40 avvocati interessati, il gip ha dovuto sospendere l’udienza per verificare la legittimità’ delle richieste di costituzione di parte civile sia dei familiari, sia di due associazioni di consumatori. Quindici gli imputati, tra i quali il titolare dell’agenzia ‘Mondo Travel’, Gennaro Lametta, che noleggio il bus Volvo precipitato dal viadotto autostradale Acqualonga nel tratto dell’A16 Napoli-Canosa nel territorio di Monteforte Irpino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.